L'iniziativa promossa da Fedro ha invitato i partecipanti al concorso ad illustrare quattro fiabe dell’autore latino Fedro, descrivendole con la propria creatività.

La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi:
essa ci può dare delle chiavi per entrare nella realtà per strade nuove,
può aiutare il bambino a conoscere il mondo.

Gianni Rodari

Ciascuno di noi porta dentro di sé il ricordo di una favola che, con i suoi valori e insegnamenti ha influenzato in qualche modo il nostro percorso di crescita e di conoscenza del mondo.
La favola ha infatti la stupefacente capacità di trasmettere, in modo creativo e talvolta anche divertente, insegnamenti molto importanti. E l’aspetto davvero notevole di questo potente strumento educativo è la sua eterna attualità. Perché, al di là dei contesti presentati e delle parole utilizzate, il messaggio contenuto nelle favole è sempre valido.
La mediateca comunale “Fedele Romano” ha proposto un divertente progetto didattico dedicato ai piccoli allievi delle scuole primarie e secondarie di Irsina.
“C’era una volta … Fedro” è il nome dell’iniziativa che ha invitato i partecipanti ad illustrare liberamente quattro fiabe dell’autore latino Fedro, descrivendole con la propria creatività.
Da sempre le favole, frutto della fantasia di grandi scrittori o gente comune, trasmettono valori e messaggi importanti in grado di accompagnare la crescita dei bambini e il loro diventare grandi.
Attraverso le illustrazioni di uno a scelta tra questi quattro racconti, con qualsiasi modalità espressiva e con qualsiasi tecnica, i bambini/ragazzi, hanno fornito la loro personale interpretazione dei racconti, traducendo in immagini la morale della fiaba scelta.