L'associazione Tolbà di Matera è stata ospite alla Mediateca per presentare il suo lavoro con i migranti e la sua piccola casa editrice.

Tolbà è una onlus molto attiva in Basilicata nel sostegno ai migranti e nella diffusione tra la popolazione locale di una sensibilità interculturale. Tra le altre attività, Tolbà ha  curato nel corso degli anni l'edizione di molti libri, creando La Biblioteca di Tolbà, che raccoglie storie illustrate in diverse lingue, così come anche diversi saggi su problematiche legate ai popoli del mondo. Serena Altamura, presidentessa dell'associazione, ha raccontato alcune delle storie che stanno dietro ciascun libro, nel corso di un incontro a cui hanno preso parte anche Paola Cunicinello (operatrice di Villa Cuciniello, che ospita diversi immigrati ad Irsina), l'assessore alla cultura  del Comune di Irsina Anna Maria Amenta e il consigliere comunale di Craco Raffaele Lamacchia, delegato dal Sindaco Giuseppe Lacicerchia.

Particolarmnte toccante è stata la testimonanza del cittadino irsinese Tonino Catema e di sua moglie, che alcuni anni fa hanno accolto in famiglia il loro nuovo "figlio", il nigerioano Godsitme Okojie, da tutti ormai conosciuto come Antonio.

L'incontro si è svolto in concomitanza con l'inaugurazione della mostra fotografica del turco Bedran Tekin, prodotta dal Comune di Craco e gentilmente concessa alla Mediateca di Irsina.